domenica 9 novembre 2008

Cake con pistacchi e limone :-PPP



Buon giorno ragassuoli e buona domenica a tutti... oggi vi voglio svegliare con un dolcetto mooooolto buono.

Questo cake l’ho scopiazzato da un bellissimo libro che ho, che si chiama: cakes dolci e salati. Mi incuriosiva il connubio tra limone e pistacchi e così ho deciso di provarlo. Unico neo è che, nonostante io abbia messo il lievito non è cresciuto per niente, o meglio, in forno, ha cominciato a gonfiarsi tantissimo poi ad un certo punto è collassato (infatti non è molto bello da vedersi e le foto non sono un granché) comunque vi assicuro che il risultato, per quanto riguarda il gusto, è meraviglioso. Secondo me per farlo crescere bene andrebbe aggiunta un altro po’ di farina... voi che ne pensate? Inoltre ho sostituito il burro con la margarina poiché dovevo portarlo a casa di un’amica che è intollerante a tutti i latticini... beh, ha avuto un successone e vi consiglio veramente di provarlo.
Ecco qui la ricetta:

ingredienti:
80 gr. di farina, 100 gr. di pistacchi verdi, 3 uova, 170 gr. di zucchero, 150 gr. di burro, la buccia grattugiata di 1 limone non trattato, il succo di 2 limoni, ½ bustina di lievito per dolci, ½ cucchiaino di bicarbonato (facoltativo), 1 pizzico di sale.

preparazione:
scaldare il forno a 180°, nel frattempo, con un robot da cucina ridurre i pistacchi in polvere finissima. In un’insalatiera, sbattere le uova con lo zucchero. Quando il composto sarà raddoppiato di volume e risulterò spumoso, aggiungere, poco a poco, la farina, il succo e la buccia grattugiata di limone, il burro fuso, il sale. Incorporare delicatamente il lievito ed il bicarbonato. Dividere l’impasto in due parti uguali e incorporare ad una i pistacchi in polvere. Versare in uno stampo (possibilmente di silicone perché l’impasto con i pistacchi tende ad attaccarsi, io ho ovviato a questo problema mettendo della carta forno bagnata e ben strizzata) prima l’impasto chiaro poi quello con i pistacchi. Infornare e cuocere per 40 minuti. Lasciare raffreddare prima di sformare il cake.

Bellezza a parte....vi gusta????

mercoledì 5 novembre 2008

minestra di cicerchie e broccolo romano



Questa è un’altra delle mitiche minestre di mia mamma. Sono talmente buone che le chiedo spesso di farmele, soprattutto quando... devo scaldare le mie quattro ossucce!!! E poi diciamolo: la sera, in inverno, una buona minestra calda fa’ sempre piacere. Si, lo so’ è difficile trovare le cicerchie ma se doveste trovarle vi raccomando vivamente di comprarle, perché hanno un sapore squisito, assomigliano leggermente ai ceci e, accoppiate con il broccolo romano, vi assicuro che sono buonissime. Ovviamente io vi presento qui la versione semplice ma voi, a vostro piacimento, potete mettere nella minestra della pasta o dei bei crostini tostati al forno... et voilà... il primo è pronto in tavola...

buon appetito a tutti!

ingredienti x 4:
250 gr. di cicerchie, 1 broccolo romano piccolo (quello verde), 1 patata, 1 carota, ½ cipolla, 1 costa di sedano grande, 2 foglie di salvia, 1 rametto di rosmarino, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, olio d’oliva, sale, 1 dado da brodo facoltativo.

preparazione:
mettere in amollo per una notte le cicerchie in acqua fredda, poi sciacquarle bene. Preparare il trito con una costa grande di sedano, ½ cipolla media e 1 carota, 2 foglie di salvia e 1 rametto di rosmarino e frullare tutto nel mixer fino ad ottenere una crema densa. In una pentola mettere un velo d’olio d’oliva e mettere il trito, far insaporire un paio di minuti a fuoco basso. Aggiungere le cicerchie, farle insaporire qualche minuto, quindi aggiungere dell’acqua (quanto basta a coprirle) e far cuocere a fuoco basso per circa 45-50 minuti. Nel frattempo ridurre a cimette il broccolo romano ed aggiungerlo nella pentola passati i 45-50 minuti di cottura delle cicerchie, aggiungere anche 1 cucchiaio di passata di pomodoro, il dado da brodo ed 1 patata tagliata a dadini piccoli. Cuocere ancora per 40-45 minuti sempre a fuoco dolce. Se serve aggiungere dell’acqua.

lunedì 3 novembre 2008

Cornettini friabili allo yogurt di Anna Moroni


Bene ragazzi eccomi qui, ma devo dirvi che mi sono messa a dieta quindi avrò sicuramente difficoltà a postare ricette ogni giorno. Comunque ogni volta che farò qualche ricettina sfiziosa... promesso che la posto... anche se non sarà tutti i giorni ma un po’ più dilatata nel tempo. Comunque, per farmi perdonare, oggi, vi propongo una ricettina che ho provato a fare qualche tempo fa’ e che mi ero riproposta di fare cambiando leggermente la ricetta perché questi cornettini mi sfiziavano molto, e devo dire la verità che sono buoni, l’unica cosa però, che cambierei perché non sono per niente dolci e non sanno di molto, è quella di mettere nell’impasto un po’ di zucchero. Così credo siano perfetti perché, per il resto, sono veramente buoni: pasta friabile e all’interno ci si può metter ciò che si vuole, dalla marmellata, al miele, alla nutella e nocciole insieme, insomma quello che volete. Quindi, a parer mio, provatela ma aggiungete un po’ di zucchero nell’impasto della frolla. Per le quantità di zucchero ho paura che ognuno si dovrà regolare per proprio conto assaggiando la pasta.
Altra cosa che ho cambiato è stata quella di dividere la pasta in due parti perché la ricetta prevedeva solo 8 cornetti, e così facendo ho raddoppiato il numero dei cornettini.

Ma ora passiamo alla ricetta.

x 16 cornettini:

250 gr. di farina, 125 gr. di burro, 125 gr. di yogurt bianco intero, ½ bustina di lievito per dolci, 1 pizzico di sale, zucchero q.b.

per farcire:
marmellata o miele o nutella per farcire q.b. e zucchero a velo da spolverizzare all’ultimo

preparazione:
accendere il forno a 180°. Mettere su di una placca della carta forno bagnata e ben strizzata.
Sciogliere il burro a bagnomaria (io l’ho fatto nel microonde) e farlo freddare. Quindi mettere nel mixer tutti gli ingredienti, compreso lo zucchero, azionando il mixer fino a quando si otterrà un composto omogeneo. Assaggiare se la pasta è giusta di zucchero. Toglierla dal mixer e lavorarla un po’ con le mani, dividere in due l’impasto e formare delle palle. Far riposare una decina di minuti coprendola con un panno pulito. Quindi riprendere una delle due palline e, infarinando la spianatoia stendere la pasta a forma di tondo. Tagliare la pasta in 8 spicchi con un coltellino. Farcire la parte larga con un po’ di marmellata o miele o nutella (considerare che ne va’ messa meno di un cucchiaino perché, in cottura, tende ad uscire) e cominciare ad arrotolare dalla parte più larga fino ad arrivare alla parte più stretta, formando così dei cornettini. Fare la stessa cosa con la seconda pallina di pasta frolla. Quindi posizionarli sulla placca con la carta da forno ed infornare per 20 minuti. Una volta freddi spolverizzare con zucchero a velo.


Carini, no???